venerdì 19 febbraio 2010

la mostra all'Orto botanico



la mostra "il respiro del tempo" è presso l'Orto botanico di Palermo. Dal 19 febbraio sarà visibile fino a domenica 28 marzo
c0mprende 10 dipinti ad olio.

cliccare sul titolo per vedere le foto
-->

Nell'anno della biodiversità Maria Vinci propone, con la sua pittura, una lettura artistica del patrimonio dell'umanità costituito dai patriarchi vegetali.

In collaborazione con:
Università di Palermo -
Orto Botanico
Ente Parco Madonie
Azienda forestale.

https://plus.google.com/photos/118272528981909368755/albums/5520872482216071457

lunedì 24 novembre 2008

acero campestre di Pomieri


acero campestre di Pomieri- olio su tela 1.40x1.00


-->
acero campestre di Pomieri (Petralia Sottana)- anni 400
altezza m.15
circonferenza max del tronco m.4,60
ampiezza della chioma m 14

acero montano di Passo Canale



acero montano di Passo Canale- olio su tela 90x1.40

-->
acero montano di Passo Canale- (Petraia Sottana) -anni 400
altezza m 12
circ max tronco m 6.30
ampiezza chioma m 16,5piezza chioma m 2280
- Geraci Siculo

roverella di Macchia dell'Inferno


roverella di Macchia dell'Inferno-olio su tela 1.00 x 1.40


-->
roverella di Macchia dell’Inferno- (Castelbuono)- età 1000 anni
altezza m 12
circ max tronco m 10,40
ampiezza chioma m 18,50

leccio di Piano Zucchi


leccio di Piano Zucchi- olio su tela 1.00 x 1.30


-->
leccio di Piano Zucchi (Isnello) – anni 500
altezza m 21
circ max tronco m 5,60
ampiezza chioma m 18/21

rovere di Pomieri


rovere di Pomieri- olio su tela 1.00 x 1.40


-->
rovere di Pomieri (Petralia Sottana)- anni 600
altezza m 22
circ max tronco m 6,90
ampiezza chioma m 22/24

pero mandorlino di Piano delle Fate


pero mandorlino di Piano delle Fate- olio su tela 1.00 x 1.40

-->
pero mandorlino di Piano delle Fate (contrada Pianetti-Villa Lanza) Gratteri
anni 400
altezza m 10
circ max tronco m 4,00
ampiezza chioma m 16

faggio sotto Pizzo Stefano


faggio sotto Pizzo Stefano- olio su tela 1.40 x 1.00


-->
faggio sotto Pizzo Stefano (Petralia Sottana)-anni 300
altezza m 26
circ max tronco m 6,50
ampiezza chioma m 26

sughera di Bosco Sugheri


sughera di Bosco Sugheri-olio su tela 1.20 x 1.00


-->
sughera di Bosco Sugheri- (Geraci Siculo)- anni 400
altezza m16
circ max tronco m 4,80
ampiezza chioma m 22

agrifogli di Piano Pomo



 agrifogli di Piano Pomo

nella neve- olio su tela 1.00 x 1.40


agrifogli di Piano Pomo (Petralia Sottana)- anni 350
altezza m 15-19
circ max tronco m 4.00-6,00
ampiezza chioma m 13x15

castagno di Taccarelle

castagno di Taccarelle


castagno di Taccarelle


pianoro dei conigli- olio su tela 1.40 x 1.00

castagno di Taccarelle (Petralia Sottana)- anni 200
altezza m 27
circ max tronco m 6.80
ampiezza chioma m 27x26

domenica 11 maggio 2008

monumenti della natura

Monumenti della natura

giganti del nostro passato

sono il perenne monito

che non deve essere cancellato

sono la voce del tempo

che non si può spegnere…

fusti forti e maestosi

svettanti o celati tra gli altri anonimi del bosco

le folte fronde dove cantano gli uccelli

le radici come lacci di un amore inestinguibile

che penetrano nelle viscere della terra

e la possiedono con tenera forza…

alberi come monumenti

che hanno sfidato e vinto

fuoco uragani e venti

tutte le forze della natura

e sono giunti fino a noi

con le braccia cariche di memoria…

nella loro corteccia screpolata

tra le ferite sui tronchi contorti

dove han trovato rifugio

i predoni della notte

o nei loro infiniti intimi anelli

si cela qualcosa di misterioso…

forse hanno assistito a loschi convegni

sono stati il fulcro di girotondi fiabeschi

secondo l’ora e la luce che li avvolge

possono atterrire o dare conforto…

secolari presenze inquietanti

la loro è una grande ombra che stendono

su questo pianeta saccheggiato e condannato

ma è anche la forza di giganteschi guardiani

che preservano il futuro

pronti a resistere altri secoli

per la continuità della vita…

ignoti ai più che li sfregiano d’ignavia

abbruttiti di moderno e di tv

ma chi li conosce li ama

li ammira li fotografa e li dipinge

e quietamente senza troppo clamore

li protegge e li preserva


www.gianrelli.blogspot.com

sabato 10 maggio 2008

BIOGRAFIA



Maria Vinci, nata a Palermo il 3 gennaio 1950, laureata nel 1979
in Medicina si è poi dedicata completamente all’arte,
sperimentando diverse tecniche,
tra le quali l’incisione, pur prediligendo la pittura ad olio.
Avendo fatto della riservatezza e dell’isolamento
il proprio stile di vita, in un’epoca in cui l’apparire e il comunicare
sembrano comandamenti indispensabili per molti dei suoi colleghi,
Maria ha scelto di vivere ed operare in una casa nascosta
ai margini di Balestrate, quasi sospesa tra aspre epifanie fossili
e dolcissimi estenuanti tramonti sul mare.
Così anche la sua produzione, rarefatta e poco esibita ,
evita il rischio della ripetizione e della banalizzazione
in cui quasi sempre si trasforma l’eccesso di comunicazione.
Nelle sue opere , ogni tela e ogni segno hanno una loro storia
da raccontare, sono il risultato di un percorso in cui la lentezza
della stesura costituisce uno dei pregi maggiori da cogliere. -->






mercoledì 6 febbraio 2008

dipinti ad olio-2

l'incanto del sapere
particolare





















la scelta di Bradamante





 suggestioni di novembre





giardino segreto


non tutto è come appare


lo studiolo-sopraporta



Realtà ingannevole





riflesso di una pineta




Sul lago di marmo





Sistema labirintico







Self-service





Riflessi




Pieno-vuoto





Piccolo labirinto





Interno con foglia di fico





In corsa





Incontro





Bonsai




Nel quadro





Fuori dal quadro





Dobermann